Dov'è Miguel Moya adesso?

'Cocaine Cowboys: The Kings of Miami' di Netflix è una serie di documentari in sei parti che esaminano esattamente come la soleggiata città della Florida sia sempre stata piena di individui loschi. Anche se l'attenzione qui è principalmente su Salvador Sal Maglata e Augusto Willy Falcon , alias Los Muchachos, diamo anche uno sguardo alla profonda corruzione che ha prevalso a ogni livello, dagli agenti di polizia agli avvocati ai giurati. Un esempio fondamentale per quest'ultimo è quello di Miguel Moya. Quindi, ora, se sei curioso di saperne di più su di lui, abbiamo i dettagli per te.

Chi è Miguel Moya?

Poco più che trentenne, Miguel Moya ha prestato servizio all'aeroporto internazionale di Miami come meccanico di rampe con radici modeste quando il suo mondo è cambiato. È stato per puro caso che ha ricevuto un avviso di giuria per il caso di droga di Willy e Sal a metà degli anni '90, dopo di che i soci dei boss della droga lo hanno contattato e lo hanno corrotto per risolvere il processo. A Miguel sono stati consegnati circa $ 500.000 in contanti per creare una giuria appesa. Tuttavia, quando arrivò il momento, li fece assolvere lavorando come capo della giuria e rimanendo rigido sul suo verdetto.



Con il passare del tempo, Miguel Moya ha iniziato a spendere in un modo in cui non avrebbe dovuto essere in grado, considerando il suo lavoro tipico, che lo ha portato al microscopio federale. Dopotutto, la perdita della causa di Willy e Sal è stata una delle più scioccanti per le autorità, quindi ovviamente hanno esaminato ogni aspetto in seguito. Miguel non solo ha saldato i suoi debiti e ha smesso di visitare il bancomat, ma ha anche comprato una casa da $ 171.000 per i suoi genitori, auto, barche e gioielli, insieme a un Rolex, tutto in contanti e nel giro di pochi mesi. Aveva persino depositato $ 84.000 in conti bancari ed era andato in vacanza.

Dov'è Miguel Moya adesso?

In un fatidico giorno dell'estate del 1998, Miguel Moya fu avvicinato da un uomo piuttosto grosso e dall'aspetto minaccioso nel parcheggio riservato ai dipendenti dell'aeroporto internazionale di Miami. Ha affermato di essere un socio di Willy e Sal e ha iniziato a chiedere informazioni sui soldi della tangente, ma Miguel ha cercato di fare lo scemo. Poco dopo, però, quest'ultimo ha lasciato intendere di averne speso la maggior parte, ma il segreto sarebbe rimasto al sicuro con lui poiché avrebbe preferito prendere 20 anni di prigione piuttosto che coinvolgere coloro che lo hanno pagato. Poi è venuto alla luce che l'uomo era in realtà un agente dell'FBI sotto copertura, e Miguel aveva appena confessato.

Con questo, Miguel Moya è stato arrestato con diverse accuse federali relative a corruzione, cospirazione, riciclaggio di denaro, ostruzione alla giustizia ed evasione fiscale. Il suo primo processo, in cui la difesa era che aveva speso vecchi soldi illegali ottenuti da lui e da suo cugino, ha portato a una giuria sospesa. Eppure il suo secondo processo, basato sul gioco d'azzardo, ha portato a una condanna della giuria. Miguel ha affrontato fino a 138 anni, ma ha impiegato quasi 20 anni - 17 per l'esattezza - dietro le sbarre. Miguel è stato rilasciato in anticipo dalla prigione federale il 30 luglio 2013 e da allora ha preferito rimanere fuori dai riflettori.