Jacob's Ladder Ending, Explained

Il genere di thriller psicologici ha molte promesse. Sai che la trama sarà emozionante, sai che non puoi fidarti di nessuno, soprattutto del protagonista. Sei sempre alla ricerca di presagi e segni che potrebbero diventare importanti in seguito. Diventa la forma più efficace di un thriller perché devi indovinare cosa c'è che non va qui. Tutto sommato, è un'esperienza molto appagante e più ti senti esausto alla fine, meglio è il film. ' La scala di Giacobbe 'È uno di questi lavori. Con una grande svolta alla fine, copre un buon numero di temi e traccia una storia la cui importanza è decisa dalla tua prospettiva. Questo film è diventato un cult tra i preferiti orrore amanti e se non l'hai ancora visto, ti aspettano grandi spoiler. Ti suggerisco di fermarti qui.

Riassunto della trama

Il film inizia nella giungla di Vietnam . Un gruppo di soldati si siede, si riposa e si prende gioco dell'altro. All'improvviso, alcuni di loro iniziano ad avere crisi epilettiche mentre affrontano l'attacco del nemico. Suoni di proiettili e bombe prendono il sopravvento e Jacob (Tim Robbins) fugge, solo per affrontare qualcuno che lo accoltella. Nella scena successiva, apre gli occhi e si ritrova su un terreno quasi vuoto treno . Scende in una stazione deserta e, incapace di trovare una via d'uscita, decide di attraversare i binari. Prima che possa tranquillamente salire dall'altra parte, il treno arriva e si salva a malapena.



Mentre il treno si allontana, vede i volti sfigurati dei passeggeri. Sono passati 4-5 anni da quando è tornato dal Vietnam. Nel corso di quel periodo ha divorziato; sua moglie, Sarah (Patricia Kalember) ha ottenuto la custodia di entrambi i loro figli e ora vive con Jezzie (Elizabeth Peña), la sua nuova ragazza. Sembra ossessionato dalle sue esperienze in guerra. Suo figlio, Gabe (Macaulay Culkin), aveva morto prima del suo tempo in Vietnam, e la sua perdita addolora ancora intensamente Jacob. Inoltre, soffre di dolori alla schiena e visita spesso il suo chiropratico, Louie (Lewis Black), che sembra molto perspicace e gli dà buoni consigli.

Ma nessuno di questi disagi fisici ed emotivi è il problema per il nostro protagonista. Il problema è che pensa di perdere la testa. Comincia a vedere persone senza volto che, pensa, vogliono prenderlo. Le sue visioni diventano più pronunciate di giorno in giorno e si trasformano in demoni a tutti gli effetti. Comincia a chiedersi cosa c'è che non va in lui, e poi, uno dei suoi compagni dell'esercito, Paul (Pruitt Taylor Vince) gli dice che 'andrà all'inferno'. Anche lui ha visto cose che convincono Jacob che qualcosa è stato fatto loro mentre erano nel esercito . Dopo che Paul muore in un'esplosione di un'auto, si incontra con il resto dei membri del plotone e scopre che quasi tutti hanno avuto la stessa esperienza. Decidono di citare in giudizio l'esercito, chiedendo una spiegazione più che un risarcimento, per la loro condizione. Ma il giorno dopo, tutti i suoi amici ritrattano le loro dichiarazioni. Nel frattempo, le condizioni di Giacobbe peggiorano e si sente come se fosse letteralmente in un inferno.

La scala a pioli

Le persone iniziano a vedere cose strane intorno a loro in due situazioni: o stanno impazzendo o sono drogati. Per Jacob, sembra il peggior caso di PTSD. Sappiamo che ha vissuto dei brutti momenti e forse si stanno manifestando davanti a lui sotto forma di demoni. Successivamente, viene rivelato che si tratta in realtà dei farmaci che sono stati somministrati a lui e ad altri uomini, mentre erano in Vietnam. L'anticipazione di questa rivelazione arriva in una delle prime scene del film. Il treno su cui Jacob si sveglia ha solo annunci di droghe. Anche la stazione in cui scende ha ecstasy e altre droghe che decorano le sue pareti.

Dopo aver attraversato ogni sorta di tortura e aver iniziato a mettere in dubbio la natura della sua realtà, Jacob viene avvicinato da un uomo di nome Michael Newman (Matt Craven). Conferma a Jacob che l'esercito ha fatto qualcosa di male a lui e al suo plotone. Ma non erano gli unici. Si è scoperto che un gran numero di altri soldati era morto a causa di ciò. Michael racconta la sua storia a Jacob e come è stato coinvolto nell'esercito. Michael produceva e vendeva LSD. Ma poi, è stato catturato e mandato in prigione. Non 13 ore dopo, è stato prelevato dalla sua cella e l'esercito gli ha offerto di lavorare per loro in Vietnam. Il suo compito era isolare le proprietà di alcuni composti allucinatori e creare una nuova sostanza chimica che li aiutasse a trasformare i soldati in assassini più feroci e spietati. Il plotone di Giacobbe e un paio di altri hanno ricevuto questa sostanza e questo è il motivo per cui sono successe tutte queste cose brutte. In effetti, il peggio era accaduto in Vietnam.

Michael ha chiamato la droga The Ladder. Avrebbe dovuto portare i soldati fino ai loro istinti più bassi. Doveva accedere alla parte più profonda della loro psiche e alla fine avrebbe tirato fuori i lati più violenti in loro. Questo è esattamente ciò che ha fatto Ladder e altro ancora. Lo scopo di questo farmaco era far sì che i soldati attaccassero il nemico senza temere le conseguenze. Tuttavia, una volta che furono nella loro forma più oscura, si dimenticarono chi fosse il nemico e iniziarono a strapparsi l'un l'altro. Le persone che hanno attaccato il plotone di Giacobbe erano un altro plotone. Accecati dalla rabbia e dalla violenza, si sono attaccati l'un l'altro e quasi tutti sono morti quel giorno. Giacobbe è stato uno dei pochissimi che ce l'ha fatta, e chiunque abbia iniziato a parlarne è stato eliminato dall'esercito perché il governo non voleva che il loro segreto venisse svelato.

Il finale

Dopo aver appreso la verità su ciò che gli è stato fatto, Giacobbe torna a casa; la sua vera casa, non quella con Jezzie. Lì vede Gabe, suo figlio morto, seduto in fondo alle scale e dopo averlo abbracciato, gli tiene la mano ed entrambi salgono le scale. Nella scena successiva, troviamo Jacob di nuovo in Vietnam, sdraiato sul tavolo con i medici che lo circondano. Pochi secondi dopo, lo dichiarano morto e notano l'espressione di pace sul suo viso - questo cambia tutto ciò che pensavamo stesse accadendo nel film. Se Jacob era morto in Vietnam, che ne era della sua vita a casa? Che dire di Jezzie e del suo nuovo lavoro e praticamente dell'intero film che stavamo guardando.

Il fatto è che Jacob non è mai uscito dalla guerra. Tutto quello che abbiamo visto stava succedendo nella sua testa. Erano allucinazioni, un viaggio che doveva fare per andare avanti. Se sei confuso, ecco come è successo: Jacob Singer viveva con sua moglie Sarah e i loro tre figli. Uno di loro muore in un incidente. Dopo di che, e forse proprio per questo, Jacob si arruola nell'esercito e viene mandato in Vietnam. Lì, vengono sperimentati ei plotoni si rivoltano l'uno contro l'altro, portando Jacob ad essere accoltellato da uno di loro. Quando tutto è finito, l'esercito arriva in cerca di sopravvissuti. Non ne trovano molti, ma Giacobbe si sta aggrappando alla cara vita. Lo riportano alla base tramite un elicottero. Ma non riescono a rattopparlo e alla fine muore. Tutti i flashback sulla guerra che abbiamo visto nel film sono la vera catena di eventi. Solo quella parte era una realtà, il resto era tutto un'allucinazione.

In una delle scene, in cui Jacob prende la febbre a 106 gradi e lo spingono nel bagno freddo, sogna sua moglie e i suoi figli. Quella parte era la memoria. Non aveva le allucinazioni; lo stava ricordando. Quindi, ciò significa che meno di un quarto del film è ciò che era reale. E il resto del film? Che mi dici di Jezzie, e il chiropratico, Michael, gli amici di Jacob e gli uomini che cercano di ucciderlo? Come stava allucinando quattro anni nel futuro? La risposta è che Giacobbe era nel mezzo di un'esperienza di pre-morte. Tutto intorno a lui rappresentava qualcosa. Doveva trovare una via d'uscita da questo posto. O doveva continuare a combattere o lasciar perdere; fare pace con i tuoi demoni e andare avanti.

La morte prematura significa questioni irrisolte. Per Giacobbe, quella fu la morte di Gabe. Non si era ancora allontanato da quella tragedia, il che è molto comprensibile. Tutto il tempo che ha trascorso nella sua allucinazione è stato quello di lasciar andare il suo dolore e il dolore, che è quello che è successo alla fine. Lo shock di essere stato accoltellato gli aveva fatto dimenticare chi lo aveva aggredito e perché era successo a loro. Alla fine, riesce a capirlo e, fatto ciò, trova Gabe che lo aspetta.

Invece di essere sorpreso di come ha potuto vedere suo figlio morto vivo e vegeto come se non gli fosse successo niente, va avanti e lo abbraccia. Ciò indica che con la rivelazione della Scala, ha capito di essere sul letto di morte ed è pronto a lasciarsi andare. Sale quella scala e incontra la sua morte. In effetti, se ci pensi, per tutto il film, lo vediamo mentre cerca di salire su una scala. Cerca di uscire dalla metropolitana, ma l'uscita è bloccata. Nella festa, sta salendo una scala quando viene fermato da una donna che lo invita a farsi leggere a mano. Lo vediamo andare in giro, prendere gli ascensori e persino scendere le scale, ma l'unica volta che lo vediamo effettivamente salire è alla fine del film.

Anche il fatto che sia morto ritorna più e più volte. La donna gli legge la mano e gli dice che secondo la sua ancora di salvezza, è già morto. Il riferimento compare anche un paio di altre volte, anche in ospedale dove gli trapanano la fronte. Anche Louie cita Eckhart, che descrive l'inferno e cosa significa realmente. Tutte le cose intorno a Jacob non sono altro che un mezzo per fargli accettare la sua condizione e decidere cosa vuole fare da qui.

L'inferno personale di Jacob

Un modo per considerare tutto è che è dentro la testa di Giacobbe e lui sta inventando tutto da solo. La morte fa cose strane alle persone, forse anche la sua esperienza è una di quelle. Tuttavia, c'è un'altra spiegazione che fornisce un terreno più concreto alla sua situazione. Sarà più facile accettare se credi nell'idea del paradiso e dell'inferno. Perché tecnicamente non è morto, tuttavia è difficile dire se si trovi in ​​un posto buono o cattivo. Fermiamoci sul fatto che è da qualche parte nel mezzo. Purgatorio, vero? Comunque, questo è il luogo in cui gli angeli sono liberi di guidarlo ei demoni sono liberi di tormentarlo. Ogni singola persona intorno a Jacob è una di quelle cose.

Per dare più sostegno alla mia tesi, devo menzionare i molti riferimenti biblici nel film. Il titolo 'La scala di Giacobbe' è un riferimento diretto al sogno di Giacobbe nella Bibbia. In esso, sognava una scala che cedesse tra cielo e terra, e Dio parlò a Giacobbe mentre gli angeli salivano e scendevano la scala. La scala rappresenta una via per il paradiso, un mezzo per abbracciare la tua fine, e questo è ciò che Jacob, del film, deve fare.

A parte il suo nome, i nomi dei suoi figli, di sua moglie e fidanzata e persino del suo chiropratico sono riferimenti diretti al personaggio della storia di Bible Jacob. Jezebel, alias Jezzie, secondo il ebraico Bibbia, fece suo marito, il re d'Israele, ad abbandonare i suoi dèi e ad adorare gli altri. Questo è citato in una delle righe in cui Jezebel dice di aver 'venduto la sua anima & hellip; per una buona deposizione ... ”. Lus (vicino a Louis) era il nome dell'angelo che aiutò la Bibbia Giacobbe a salire la scala. Proprio come il chiropratico di Jacob, che ha solo cose buone e motivanti da dirgli. In un certo numero di occasioni, Jacob viene salvato da Michael, che alla fine gli parla della Scala. Dopo essere stato salvato dalla febbre ardente, il dottore dice che 'deve avere amici nelle alte sfere'. Più in alto dell'arcangelo Michele?

Il fatto che Giacobbe sia coinvolto nella lotta tra angeli e demoni è evidente dal fatto che il suo tempo con gli angeli gli dà chiarezza. Lo salvano e alla fine lo aiutano ad andare avanti. Michael e Louis gli salvano la vita, mentre gli altri stanno solo cercando di torturarlo a modo loro. È con Jezzie perché sua moglie lo ha lasciato e ora non può vedere i suoi figli. Per un uomo che ama la sua famiglia, questo è l'inferno. Non vuole andare a una festa, ma lo fa a causa di Jezzie. (Gli introversi capiscono questo tipo di inferno!) Dopodiché, ha la febbre e gli lanciano secchi di ghiaccio addosso. Non si fermano nemmeno quando lui grida di dolore. 'Mi stai uccidendo', dice; stava 'bruciando dal ghiaccio'. Poi c'è la scena dell'ospedale in cui si tratta di torture. Tutti i demoni vogliono mettere le mani su di lui perché vogliono torturarlo. Viene salvato dagli angeli o dalla memoria della sua famiglia.

In una delle scene eliminate, Michael aiuta ulteriormente Jacob dandogli un antidoto che lo purga da tutti gli effetti della Scala e lui è libero dalle sue allucinazioni. Quando torna a casa, incontra un confronto con Jezzie dove si rende conto che lei è uno dei demoni. In una sequenza spaventosa, inizia a trasformarsi nella sua vera forma. Ma quando tutto è finito, Jacob si ritrova a fissarsi. Questo è quando si rende conto che ha creato il suo inferno e ha bisogno di andare avanti.

Il remake

'La scala di Giacobbe' potrebbe non essere stato il primo film a fondere la religione con il genere del thriller psicologico, ma è certamente uno dei film di maggior impatto a farlo. Il suo concetto ha ispirato un buon numero di film horror nel corso degli anni, il più importante dei quali è il franchise di 'Silent Hill'. A partire dal ' The Twilight Zone 'Alla serie televisiva horror di Ryan Murphy,' storia dell'orrore americana ', Il lavoro di Adrian Lyne ha continuato a influenzare il modo in cui le persone vedono le storie spaventose.

Inoltre, ci sono film che potrebbero non accettarlo ufficialmente, ma hanno chiaramente alcune somiglianze cruciali con la sua trama. Prendiamo ad esempio il miglior film di M. Night Shyamalan La carriera, ' Il sesto senso '. I protagonisti di entrambi i film si rivelano morti alla fine e hanno bisogno di fare pace con la loro condizione prima di andare avanti. Il punto è che questo film ha sottolineato l'importanza di mettere in discussione il punto di vista del protagonista. Potrebbe non aver avuto molto successo dopo il suo rilascio, ma ha lentamente guadagnato una reputazione e un riconoscimento che ha meritato per così tanto tempo.

Considerando il crescente interesse del pubblico per i thriller psicologici, sembra un buon momento per riportare questa storia. UN remake di 'La scala di Giacobbe' è in lavorazione, diretto dal regista David M. Rosenthal, che ha preso una pausa dal fare commedie romantiche. Ovviamente, il remake non avrà lo stesso finale e la trama è stata notevolmente modificata. Ma puoi ancora aspettarti una grande svolta alla fine. Potresti vederlo arrivare se presti molta attenzione. Interpretato da Michael Ealy e Jesse Williams nei ruoli principali. Ealy interpreta il protagonista, Jacob Singer. È tornato solo di recente dopo aver prestato servizio in Afghanistan. A parte il rischio professionale di PTSD , sta anche lottando per venire a patti con la morte di suo fratello, morto in combattimento. Quando Jacob torna a casa, scopre che suo fratello è vivo e vegeto. Si scatena l'inferno mentre tutto ciò che pensava fosse reale si abbatte su di lui.

La sinossi sembra interessante e, in linea con il suo predecessore, il remake ha rafforzato l'effetto dell'esercito anche nella sua storia. Quanti riferimenti religiosi incontreremo in esso non saranno rivelati fino all'uscita del film entro la fine dell'anno. Per il momento, ripercorri ancora una volta il classico horror degli anni '90 e chiediti se hai fatto pace con i tuoi demoni. Quanto è forte il terreno sotto la tua realtà?

Leggi di più in Spiegatori: Richiamo totale | Le Iene | Dogtooth

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | cm-ob.pt